Beltane; primo maggio
festa dei fiori e dell'amore

L'inizio dell'estate, la vigilia di maggio, la festa dedicata all'unione amorosa fra il Dio e la Dea, e celebrata con feste, canti, balli attorno al palo sacro, il simbolo fallico piantato nella Madre terra,(che in antichità era il pino che era stato decorato a Yule a cui venivano rimossi i rami) e tanti falò. E' tempo di celebrare, gioire, benedire i raccolti. Prepararsi per i mesi caldi che verranno e guardare positivamente al futuro. Amare e celebrare la fertilità.
Celebriamo quindi, come facevano i nostri antenati, la rinascita, la vita, la fertilità, il sole, la Madre Terra che si riveglia, i raccolti. Come gli antichi, cantiamo e balliamo attorno al palo di maggio, decorandolo con nastri e ghirlande. Danziamo attorno ai falò di Beltane che bruciano con le nove erbe sacre ai Celti.
Saltiamovi sopra tre volte affinchè ci portino fortuna.
Amiamo.
Perchè l'amore deve esplodere ogni giorno nei nostri cuori, ed ora che la Terra è fertile, il Sole ci nutre col suo fervore, la natura si fa viva e verde, ci nutriamo dell'energia divina che ci porta questa festa, amandoci ancora di più

Portare dentro maggio" era una celebrazione che veniva fatta in antichità, in occasione della festa di Beltane. Alla mezzanotte del 30 aprile, i giovani del villaggio andavano in giro per i campi, a cercare dei fiori per decorare se stessi e le loro case. Durante il tragitto del ritorno, si fermavano a tutte le case, lasciando un fiore in cambio di cibo. Una tradizione che riprende molto quella di samhain "dolcetto o scherzetto.

E' tempo di ballare e di cantare!
Chiediamo ai fiori che sono spuntati nei campi e nei boschi, il permesso di essere raccolti. Adorneremo noi stessi e la nostra casa, con loro e la loro energia ci accompagnerà.
Possiamo creare delle ghirlande, che benediremo durante il rituale con tutti i nostri intenti e poi faremo seccare, e vi faremo un sacchetto.
E' tempo di stare all'aperto e di godere di questa nuova stagione, che ci porta tanta energia! 
Passeggiamo per i boschi e godiamoci la natura che si risveglia. 
Tradizione vuole che si decori il cosidetto "palo di maggio" con fiori e nastri colorati. Potremmo farlo con un albero nel nostro giardino, e danzare intorno come facevano i nostri antenati.

Facciamo l'amore!
Non c'è energia positiva più forte di così

Unknown Track - Unknown Artist
00:00 / 00:00